Cucina italiana: la colomba, il dolce simbolo di Pasqua!

colomba_pasquale_ricetta.jpg

La colomba è un dolce che per Pasqua non può mancare. Il simbolo della tradizione italiana a tavola! È nota in tutta Italia anche se forse in pochi la preparano in casa! In genere questa e’ una ricetta molto laboriosa ma il risultato sarà una soddisfazione incredibile!

Questa è la nostra ricetta per fare una colomba artigianale squisita! Provatela e vedrete che i vostri sforzi saranno ripagati da una grandissima soddisfazione!

Contattateci per maggiori informazioni sui nostri corsi di cucina italiana!

 

Annunci

Un viaggio attorno all’arte italiana!

patrimonio artistico italiano

Il patrimonio artistico fino ad oggi

La tradizione artistica è profondamente ancorata in Italia. Gli abitanti dell´Italia produssero degli oggetti decorativi già nell´era neolitica. L´arte italiana fu sempre più elaborata durante la nascita dell´Impero Romano. Molti influssi provenienti dalle varie regioni dell´Europa e famosi artisti italiani arricchirono la penisola e lasciarono all´Italia tanti tesori artistici di notevole importanza fino ad oggi. Mentre molte regioni italiane si svilupparono indipendentemente l´una dall´altra dopo la caduta dell´Impero Romano, il Rinascimento italiano portò ad un´ulteriore fioritura dell´arte italiana. Michelangelo, Raffaello e Leonardo da Vinci caratterizzarono il Rinascimento nella stessa maniera in cui Bernini e Borromini lo fecero con il Barocco italiano.

Arte romana in Italia

Clicca qui leggere tutto l’articolo sul’arte italiana!

Vacanze di fatto!

vacanze_di_fatto_amoreepsiche_learnitalianinitaly.jpg

In viaggio con chi vuoi  tu fra Roma, Milano, Firenze, Venezia e Trieste con Tandem Italy!

Quest’offerta permette ad ogni tipo di coppia (offerta valida per due persone che viaggiano insieme) di visitare due o più città italiane frequentando un corso di italiano e avendo sempre la possibilità di inserirsi in un gruppo di livello adeguato e di partecipare alle molteplici attività organizzate.

Clicca qui per saperne di più!

Made in Italy

made-in-italy

Made in Italy è un’espressione che evoca in tutto il mondo l’idea dei prodotti italiani. Il motivo della fama di questa espressione che nel tempo è diventata un vero e proprio brand, è la qualità che caratterizza le eccellenze artigianali e industriali italiane.

Dalle calzature al pret à porter, dalle biciclette alle automobili, senza dimenticare le eccellenze enogastronomiche, i prodotti italiani che si fregiano di questo titolo sono particolarmente ricercati sui mercati mondiali per la qualità e l’affidabilità, per la fantasia e l’originalità del design, per la loro durata e sicurezza, per il gusto e il sapore inconfondibili.

Per far conoscere e promuovere il Made In Italy, durante tutto l’anno in Italia è un susseguirsi di incontri, fiere, show room, all’insegna del buon gusto, della qualità, della ricerca e della tradizione…..

Per leggere tutto l’articolo sul Made in Italy, clicca qui!

 

L’italiano con le canzoni!

 

Learn Italian with songs!

Ripassiamo il passato remoto con questa canzone di Claudio Baglioni: Mille giorni di te e di me. Riempi gli spazi con i verbi al passato remoto.
Io mi in te poi ti ho nascosto
da tutto e tutti per non farmi più trovare
e adesso che torniamo ognuno al proprio posto
liberi finalmente e non saper che fare.
Non ti un motivo né una colpa
ti ho fatto male per non farlo alla tua vita,
tu eri in piedi contro il cielo e io così
dolente mi
imputato alzatevi
chi ci sarà dopo di te
respirerà il tuo odore
pensando che sia il mio,
io e te che invidia al mondo
avremmo vinto mai
contro un miliardo di persone,
e una storia va a puttane
sapessi andarci io.
Ci un po’ come ci
senza far niente, e niente poi c’era da fare
se non che farlo e lentamente noi
lontano dove non ci si può più pensare
prima che lui ci finisse
perché quel nostro amore non avesse fine,
volevo averti e solo allora mi
quando mi che ero lì per prenderti.
Chi mi vorrà dopo di te
si prenderà il tuo armadio e quel disordine
che tu hai lasciato nei miei fogli
andando via così,
come la nostra prima scena
solo che andavamo via di schiena, incontro a chi
insegneremo quello che
noi due insieme e non capire mai
cos’è, se c’è stato per davvero
quell’attimo di eterno che non c’è
mille giorni di te e di me.
Ti presento
un vecchio amico mio
il ricordo di me
per sempre per tutto quanto il tempo
in questo addio
io mi innamorerò di te.

 

Contattaci per maggiori informazioni sui nostri corsi di lingua italiana per stranieri!

Perchè si chiama così il Teatro alla Scala di Milano?

scala.630x360.jpg

Il Teatro alla Scala di Milano prende nome dalla piazza dove è stato costruito, l’omonima piazza della Scala. Questa, a sua volta, si chiama così perché vi sorgeva, dal 1381, la chiesa di Santa Maria alla Scala. Questa chiesa prese il nome della sua committente, Beatrice Regina della Scala, discendente della potente dinastia veronese, oggi estinta, dei della Scala (era nota anche come “famiglia scaligera”).

Un buon matrimonio
Regina della Scala sposò nel 1345, a soli 12 anni, Bernabò Visconti, signore di Milano, e gli diede 15 figli. Quando nel 1776 Maria Teresa d’Austria ordinò la costruzione del teatro, la preesistente chiesa, di stile gotico, fu abbattuta per far posto al nuovo tempio della lirica.

(tratto da Focus)